A Dio, a sé, al prossimo si pòne

A Dio, a sé, al prossimo di pòne

Sempre nascosti dietro la pietra sepolcrale dellʼavello del papa Anastasio II, per ripararsi dal ripugnante eccesso del fetore che il basso Inferno esala, i due poeti stanno confabulando fittamente, nel sesto cerchio dell’Inferno, dando lʼimpressione di due congiurati.

In realtà, stanno semplicemente ingannando il tempo, in attesa di abituare lʼolfatto a questo fetore, per riprendere il viaggio in tutta tranquillità, e il maestro ne sta approfittando per rendere edotto lʼallievo sulla composizione dei tre cerchi digradanti che dovranno visitare di lì a poco, nonché sulla tipologia degli ʻospitiʼ.

11^ canto dellʼInferno, un poʼ staccati dallʼesordio. Dove, fatto un breve preambolo, aver specificato che il primo di quei cerchi è interamente occupato dai violenti, e messo in evidenza che, siccome la violenza verso il prossimo si compie contro tre specie di persone, esso è suddiviso e composto in tre gironi, Virgilio prosegue la sua delucidazione con lo stesso tono didascalico usato fino a quel momento. Leggiamo.

“Si può commettere violenza contro Dio, contro sé stessi, contro gli altri uomini, dico contro di loro e i loro beni, come apprenderai con una chiara spiegazione. La morte con un atto di violenza fisica e le ferite che causano dolore si infliggono agli uomini, e rovine di case, incendi e ruberie che arrecano danni ai loro beni; pertanto gli omicidi e ognuno che ferisce delittuosamente, i devastatori di città e gli autori di estorsioni, li strazia tutti il primo girone divisi in vari gruppi”.

“Uno può essere violento contro sé stesso e contro le sue ricchezze; e perciò nel secondo girone devono dolersi inutilmente tutti coloro che si uccidono, sperperano e dilapidano le loro sostanze, e soffrono quando devono essere lieti.

“Si può commettere violenza contro la divinità, rinnegando intimamente e offendendo quella, e disprezzando la natura e la sua perfezione; e perciò il girone più piccolo imprime come con un suggello i sodomiti e gli usurai e i bestemmiatori”.

Pausa di Virgilio. Prossimamente il seguito.

Un pensiero su “A Dio, a sé, al prossimo si pòne

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...