Or vo’ che tu mia sentenza ne ‘mbocche

Or vo' che tu mia sentenza ne 'mbocche

Inferno, 7^ canto. Abbiamo lasciato il poeta un po’ perplesso, non appena si è sentito replicare da Virgilio – seduto accanto a lui su un masso posto a metà di un declivio – che “tutta la ricchezza che è in Terra e che vi fu già, non potrebbe concedere la quiete a una sola di queste anime sfinite”.

Anime che, nel quarto cerchio dell’Inferno, sono impegnate in un’attività non propriamente edificante: procedere avanti e indietro per questo cerchio, spingendo enormi pietre con il petto e, al contempo, ingiuriarsi a vicenda: gli avari e i prodighi.

Tale perplessità dantesca si manifesta, di lì a poco, con la fatidica domanda che andiamo a riportare: “Maestro mio”, non distogliendo gli occhi da Virgilio, “ora dimmi ancora: questa Fortuna di cui tu mi accenni, che possiede così bramosamente i beni mondani, che cos’è?”.

Allora Virgilio prorompe con rabbia a stento trattenuta: “Oh creature sciocche, quanta ignoranza è quella che v’offende! Or vo’ che tu mia sentenza ne ’mbocche”.

Poi, lanciando uno sguardo al fondovalle, prosegue nella sua elucubrazione che tanto intriga il suo allievo: “Dio creò i cieli e assegnò loro le Intelligenze motrici, in modo che ciascuna riflettesse sul suo cielo la luce, distribuendola ugualmente. Analogamente destinò un’amministratrice ai beni terreni che trasferisse le ricchezze a tempo opportuno di popolo in popolo e da una stirpe all’altra, senza che il senno degli uomini potesse ripararsi da lei; per questo un popolo domina e un altro è oppresso, uniformandosi al decreto di costei, che è nascosto come il serpente nell’erba”.

A questo punto, come se volesse riprendere fiato, il maestro dà uno stop improvviso alla sua filippica, e con la mano sfrega la veste alquanto spiegazzata, mostrando apertamente il suo nervosismo. Perché? Che cosa sta per svelare a Dante? Niente di preoccupante. Lo sapremo presto.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...