I’ vidi Elettra con molti compagni

i-vidi-eletra-con-molti-compagni

Chi sono gli spiriti del mondo antico, che conducono la loro vita eterna nel Limbo, a discorrere con voci pacate su un ampio prato con l’erba appena spuntata che Dante – con gli occhi sgranati dalla meraviglia – e Virgilio iniziano a contemplare da una posizione di privilegio, allorché vi giungono accompagnati da Omero, Orazio, Ovidio e Lucano, incontrati poco prima?

Se con tale interrogativo ci avviamo alla parte conclusiva del quarto canto dell’Inferno, la risposta ad esso ce la fornisce proprio il Sommo Poeta, il quale, in tono didascalico, ci informa: “I’ vidi Elettra con molti compagni, tra i quali riconobbi Ettore ed Enea, e Cesare in pieno assetto di guerra e con gli occhi torvi. Vidi Camilla e Pentesilea; dalla parte opposta vidi re Latino che sedeva con sua figlia Lavinia. Vidi quel Bruto che mise in fuga Tarquinio, Lucrezia, Giulia, Marzia e Cornelia; e solo, da una parte, vidi il Saladino”.

Per proseguire: “Quando che ebbi guardato un po’ più in alto, vidi Aristotele seduto tra i filosofi. Tutti mostrano un atteggiamento rispettoso davanti a lui: lì io vidi Socrate e Platone, che lo incalzano da presso più degli altri; Democrito, che riteneva l’universo essersi costituito dalla collisione degli atomi, Diogene, Anassagora e Talete, Empedocle, Eraclito e Zenone; e vidi il grande botanico, parlo di Dioscoride; e vidi Orfeo, Cicerone, Lino e Seneca, filosofo etico; Euclide, il matematico e Tolomeo, Ippocrate, Avicenna e Galeno, e Averroè, che commentò magistralmente i testi aristotelici”. E concludere così: “Io non posso parlare di tutti in modo esauriente, poiché la vastità della materia m’incalza a tal punto, che spesso davanti all’azione le parole non bastano”.

Detto ciò, la schiera – dapprima costituita da sei poeti, di cui Dante è il sesto di cotanto senno – si riduce a due. Allora Virgilio gli fa un cenno con la mano, invitandolo a riprendere il cammino “per un percorso diverso, fuori dal castello, nell’aria tremula”; ed entrambi giungono in una zona dove non c’è niente che faccia luce.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...