Noi aggirammo a tondo quella strada

noi-aggirammo-a-tondo-quella-strada

Eccoli. Possiamo vederli, come se fossimo presenti in loco, i due poeti che attraversano letteralmente l’immonda mescolanza delle ombre e della pioggia, subito dopo aver osservato con attenzione Ciacco cadere disteso nel fango a livello degli altri dannati; il tutto, in prossimità della chiusura del 6^ canto dell’Inferno.

I due stanno camminando a passi lenti, discutendo un poco della vita eterna, nel terzo cerchio dell’Inferno. Dove Ciacco ha descritto a Dante ciò che sarebbe accaduto di lì a poco in città, ricordando anche, su precisa domanda del poeta, il destino di taluni personaggi che si distinsero nella vita politica fiorentina.

Pertanto Virgilio, prendendo spunto da questa ultima notazione, ha illustrato a Dante la sorte non solo di Ciacco, ma di tutti coloro che saranno giudicati al ritorno di Cristo sulla Terra.

E la curiosità del poeta è tornata a riaccendersi. Così a Virgilio dice: “Maestro, queste pene aumenteranno loro dopo il giorno del Giudizio, o diminuiranno, o saranno così dolenti”.

E il maestro: “Rifletti sulla dottrina scolastica a te cara, per la quale, più la cosa è senza difetti, tanto più avverta la gioia, e così il dolore. Quantunque queste anime dannate non giungano mai a una piena perfezione, attendono di essere perfette dopo quel giorno più che non prima”.

Detto ciò, “Noi percorremmo un tratto del cerchio, parlando assai più di quanto non riferisca”, chiosa il poeta, fino a giungere nel punto in cui si scende nel cerchio successivo: e qui incontrano Pluto, il potente demone. Fine del canto.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...