Così sen va, e quivi m’abbandona

Così sen va, e quivi m'abbandona

Nel momento in cui i due poeti si sono visti sbarrare il passo dai diavoli della città di Dite, nel quinto canto dell’Inferno, Virgilio ha fatto un gesto a significare di voler parlare loro in sede appartata.

E così il maestro si è avvicinato a essi, dando vita a un breve e acceso conciliabolo, sotto lo sguardo allibito del povero Dante. Ah, se avesse potuto udire che cosa si stavano dicendo quelli!

Così sen va, e quivi m’abbandona, e io resto in dubbio, tanto che la speranza e la paura combattono nella mente”. Questo scriverà il poeta nella parte conclusiva dell’8^ canto dell’Inferno.

Per chiosare poi: “Udir non potti quello ch’a lor porse; ma egli non stette là con essi per molto, dal momento che ognuno a gara tornò indietro correndo all’interno delle mura”.

E “Chiuser le porte que’ nostri avversari nel petto al mio segnor“, racconterà poi Dante. Un vero e proprio smacco per il maestro, che non avrebbe mai immaginato di dover subire, nemmeno nei suoi incubi peggiori, quando era vivo.

Come! Questo affronto a me!; non a caso il poeta ci riferisce che, nel momento in cui si riaccostava a lui, dopo averlo visto camminare con gli occhi rivolti a terra e con le sopracciglia prive di ogni letizia, egli borbottava tra sé: “Chi mi ha impedito di entrare nella città di Dite!”.

Per proseguire, lanciando uno sguardo fiero a Dante: “Tu, per quanto io mi affligga, non restare turbato, ch’io vincerò la prova, chiunque sia che all’interno stia a sorvegliare per impedirci l’entrata.

“Questa loro presunzione non è sconosciuta; perché già la usarono alla porta dell’Inferno, la qual sanza serrame ancor si trova. Sopra di essa tu hai visto l’iscrizione minacciosa: e già da questa parte rispetto a lei scende il pendio, muovendosi attraversando i cerchi senza guida, tal che per lui ne fia la terra aperta”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...