Spiriti umani non eran salvati

spiriti-umani-non-eran-salvati

Dimmi, maestro mio, dimmi, signore, da qui uscì mai qualcuno, o per suo merito o per quello di altri, che poi diventasse beato?”.

Questa è la fatidica domanda che Dante rivolge a Virgilio nel Limbo, dopo aver preso atto e visione della gente di molto valore che vi dimora. 4^canto dell’Inferno, a un terzo del cammino.

Che pensare? Forse Dante si è già pentito di essersi affidato mani e piedi a Virgilio, a proposito delle capacità di costui di guidarlo nel suo viaggio? O forse sono soltanto illazioni nostre? Non lo sapremo mai. Ciò che possiamo fare, però, è immaginare l’espressione sorpresa del volto del maestro.

Il quale, non potendosi sottrarre, così replica per mezzo di un articolato sermone: “Io ero da poco nel Limbo, quando vidi scendere qui Cristo, incoronato con l’insegna della croce. Di qui portò via con sé l’ombra di Adamo, di suo figlio Abele e quella di Noè, di Mosè legislatore e osservante dei comandamenti di Dio; il capostipite Abramo e re David, Giacobbe con il padre e coi suoi figli e con Rachele, per cui tanto fé, e molti altri, e li beatificò”.

A questo punto si ferma, riprende fiato, dà un’occhiata di soppiatto a Dante, che non gli toglie gli occhi di dosso, e finalmente riprende per chiudere il discorso: “E voglio che tu sappia che, prima di essi, spiriti umani non eran salvati”.

Tutto ciò avviene senza che i due poeti si siano soffermati più di tanto a guardare i sospesi del Limbo. Infatti, botta e risposta si susseguono mentre attraversano la selva degli spiriti spessi. E così li lasciamo nel loro andare.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...