Incontanente intesi e certo fui

ignavi blog

Dante ha udito dal maestro, nel vestibolo dell’Inferno, che le anime sciagurate degli ignavi “sono frammiste all’abietta schiera degli angeli che non furono ribelli né furono fedeli a Dio, ma furono imbelli. 

“I cieli li scacciano per non essere meno belli”, ha precisato Virgilio, “né l’Inferno li accoglie nel profondo, dal momento che i ribelli avrebbero su di essi qualche compiacimento”.

Così gli ha chiesto che cosa c’era di tanto doloroso che li faceva lamentare tanto. E Virgilio gli ha risposto che “questi non hanno la speranza nella morte dell’anima, e la loro condizione è tanto spregevole, che sono invidiosi di ogni altro altro stato. L’umanità non tollera che resti il loro ricordo; la compassione e la giustizia di Dio li disdegnano: non parliamo di loro, ma volgi lo sguardo e tira dritto”.

3^ canto dell’Inferno. Nel cuore dello stesso. In cui Dante narra che, rivolto nuovamente lo sguardo, vede una bandiera che andando in tondo si muove tanto rapida, che non gli può mai apparire ferma; e la segue una fila così lunga di anime, che “non avrei pensato che la morte ne avesse distrutte tante”.

Per proseguire così: “Dopo che io ne ebbi riconosciuto qualcuno, vidi e riconobbi l’ombra di colui che rinunciò a una carica importante a causa della codardia”. A questo punto egli capisce immediatamente ed è sicuro che “questa era la schiera degli ignavi, sgraditi a Dio e ai diavoli”.

Questi esseri ignobili, che non hanno mai vissuto del tutto, sono nudi e punti continuamente dai mosconi e dalle vespe che sono qui. Gli insetti striano loro il viso di sangue, che, fuso con le lacrime, è messo insieme ai loro piedi da vermi ripugnanti.

E quando egli si dedica con zelo a guardare più avanti, vede anime presso la riva di un grande fiume; e perciò dice: “Maestro, ora consentimi che apprenda chi sono, e quale usanza le fa apparire così ansiose di andare da una parte all’altra, come vedo con difficoltà attraverso la debole luce”.

    

2 pensieri su “Incontanente intesi e certo fui

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...