Nel vano tutta sua coda guizzava

17^ canto dellʼInferno.

Seconda parte.

Come a volte i barconi a fondo piatto stanno sulla sponda, che parzialmente sono in acqua e parzialmente in terraferma, e come là tra i Tedeschi ghiottoni il castoro si prepara a recare danno, così la fiera pessima stava sul margine che è di pietra e limita il terreno sabbioso. Tutta la sua cosa guizzava nel vuoto, piegando in su la velenosa estremità forcuta che muniva la parte terminale similmente a uno scorpione.    

La guida disse: “Adesso è utile che la nostra via devii fino a quella bestia crudele che si posa là”.

Perciò scendemmo a destra, e facemmo dieci passi sull’estremità del cerchio, per evitare con cura la sabbia e le fiamme. E quando noi giunti a lei, poco più in là vedo sulla sabbia dannati stare seduti vicino al punto estremo.

@ NEL VANO TUTTA SUA CODA GUIZZAVA

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...