Sì cominciò lo mio duca a parlarmi

Sì cominciò lo mio duca a parlarmi

Fermi entrambi sul margine del burrone che delimita il settimo cerchio dell’Inferno, più precisamente nel terzo girone dello stesso, Virgilio ha detto a Dante che a breve sarebbe salito dal fondo, rendendosi visibile agli occhi di questi, “ciò che io aspetto e che il tuo pensiero immagina in modo confuso”.

Il maestro non finisce di parlare, che una massa corporea ascende nuotando attraverso l’aria densa e nebulosa, tale da destare meraviglia ad ogni animo coraggioso.

E infatti, non appena scorge costei, prorompe con voce stentorea all’indirizzo del poeta: “Ecco la bestia con la coda acuta, che supera tutti gli ostacoli naturali, e distrugge le difese dell’uomo; ecco quella che ammorba tutti!”.

“Così Virgilio cominciò a parlarmi”, narra il poeta al principio del 17^ canto dell’Inferno, “e le fece cenno che venisse all’orlo del cerchio, vicino alle estremità degli argini di pietra percorsi. E quel sudicio simbolo d’inganno si avvicinò, e trasse la testa e il tronco, ma lasciò la coda libera nel vuoto”, precisa.

Per proseguire così: “Il suo volto era il volto di una persona leale, in quanto era rassicurante il suo aspetto esterno, e tutte le parti rimanenti erano quelle di un serpente; aveva le zampe fornite di unghie adunche coperte di peli fino alle ascelle; aveva il dorso e il petto e ambedue i fianchi screziati con striature arabescate e cerchietti”.

E concludere in tal modo la sua descrizione: “Con parecchi colori, fondi e rilievi non confezionarono drappi tanto ricchi né i Tartari né i Turchi, né simili tele furono tessute da Aracne”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...