Quando tre ombre insieme si partiro

16^ canto dell’Inferno.

Prima parte.

Già ero in un punto da cui si udiva il suono cupo e forte del ruscello che precipitava nell’altro cerchio, uguale al ronzio delle api attorno agli alveari, quando tre ombre si allontanarono insieme, correndo, da una schiera di anime che passava sotto la pioggia di fuoco della terribile pena. Si avvicinavano a noi, e ciascuna gridava: “Soffermati tu che quanto alla veste ci sembri essere qualcuno della nostra città perversa”. 

Ahimè, quali ferite vidi nei loro corpi, recenti e antiche, accese dalle fiamme! Tuttora me ne dolgo al solo ricordo. Il mio maestro fermò la propria attenzione alle loro parole; volse il capo e gli occhi verso di me, e disse: “Ora aspetta, si deve essere gentili con costoro. E se non fosse il fuoco che la natura del luogo scaglia come frecce, direi che il desiderio di far presto convenisse più a te che a loro”.

@ QUANDO TRE OMBRE INSIEME SI PARTIRO

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...