Uomini fummo, e or siam fatti sterpi

Uomini fummo, e or siam fatti sterpi

Eccoli. Ne vediamo a malapena le sagome che avanzano nella selva dei suicidi e degli scialacquatori, che funge da secondo girone del settimo cerchio dell’Inferno, schivando di qua e di là – chiaramente ciò riguardando soltanto Dante – i cespugli spinosi che la popolano in gran quantità.

Tutto ciò lo troviamo nella parte iniziale del 13^ canto dellʼInferno, dove i due poeti, lasciati ai margini della selva da Nesso, il quale, su ordine perentorio del suo capo Chirone, li ha scortati fin lì, si sono da poco inoltrati negli intricati meandri della stessa.

Virgilio non ha perso tempo nel dire a Dante dove essi sono finiti, anticipandogli anche che a breve avrebbe visto delle cose talmente fuori dal comune – sebbene gli scenari che aspettano il poeta di lì in poi non saranno meno straordinari – che se gliene avesse fatto cenno, il poeta non gli avrebbe creduto.

Finito Virgilio di parlare, il poeta ode da ogni punto lamentarsi e non vede nessuno che lo faccia; e perciò si ferma completamente turbato. “Io credo che egli credette che io credessi che i tanti lamenti provenissero, tra quei pruni, da dannati che non fossero a noi visibili”, egli chiosa.

Perciò Virgilio gli dice: “Se tu recidi qualche ramoscello frondoso di una di queste piante, i tuoi pensieri si riveleranno tutti falsi”, ben consapevole di ciò che Dante sta pensando.

Di conseguenza il poeta, ligio ai comandi del maestro, protende la mano un poco avanti e divelle un ramoscello da un grande cespuglio spinoso; e il suo ramo troncato grida: “Perché mi rompi?”.

Allorché diventa poi di colore scuro per il sangue, ricomincia a dire: “Perché mi strappi? Tu non hai nessun sentimento di compassione? Fummo uomini, e ora siamo diventati cespugli spinosi: tuttavia la tua mano sarebbe dovuta essere più pietosa, anche se fossimo state anime di serpi”. 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...