La riviera del sangue in la qual bolle

12^ canto dell’Inferno.

Terza parte.

Io andavo meditando; e lui a sua volta disse: “Tu concentri la riflessione forse su questo scoscendimento roccioso, che è tenuto sotto la guardia di quella bestia irosa che ho reso impotente poco fa. Ora voglio che tu sappia che la prima volta in cui discesi nella parte più profonda dell’Inferno, questa rupe non era fino allora precipitata. Ma certo poco prima, se distinguo esattamente, che venisse Colui che sottrasse a Lucifero le grandi anime del cerchio superiore, la profonda voragine infernale dappertutto tremò così, che supposi che l’universo avesse risentito l’effetto dell’amore, per il quale c’è qualcuno che pensa sia tornato molte volte nel caos l’insieme della terra e dei cieli; e in quel momento questa rupe primordiale, qui e in altro luogo, fece un franamento tale. Ma indirizza lo sguardo verso il basso, perché si avvicina il fiume di sangue nel quale bolle chiunque con violenza rechi danni agli altri”.

Oh avidità che offuschi la mente e ira dissennata, che così ci spingete al male durante la vita terrena, e durante l’eterna poi ci immergete nel sangue bollente così malamente!

  @ LA RIVIERA DEL SANGUE IN LA QUAL BOLLE

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...