Come udirai con aperta ragione

11^ canto dell’Inferno.

Terza parte.

“Uno può esercitare violenza contro Dio, contro sé stessi, contro gli uomini, dico contro di loro e contro i loro beni, come apprenderai con una chiara spiegazione. Agli uomini si infliggono morte per atto di violenza fisica e ferite dolorose, e rovine di case, incendi e ruberie che arrecano danno nei loro beni; e gli omicidi e ciascuno che ferisce ingiustamente, i devastatori di città e gli autori di estorsioni, li strazia tutti il primo girone divisi in vari gruppi. Uno può essere violento contro sé stesso e contro le sue ricchezze; e perciò nel secondo girone è destino che senza vantaggio si dolgano tutti coloro che si privano della vita terrena, sperperano e dissipano le loro sostanze, e soffrono là dove dovrebbero essere lieti.

@ COME UDIRAI CON APERTA RAGIONE

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...