Tal si partì da cantare alleluia

Tal si partì da cantare alleluia

Non è tanto che abbiamo lasciato i due poeti sul pendio scosceso, che conduce alla riva del fiume vermiglio, mentre, scendendo, fanno attenzione a dove poggiano i piedi, in particolar modo Dante.

Ora li vediamo che si avvicinano a quelle fiere snelle, i tre Centauri che li aspettano con lʼatteggiamento di chi è sicuro dei propri mezzi. E Chirone, il capo dei tre, lanciando loro uno sguardo condiscendente, che fa?

Con un gesto alquanto elegante, sfila una freccia dalla faretra, e con la cocca sposta la sua barba fino allʼaltezza delle mascelle. Poi, quando se la toglie dalla bocca mostruosamente ampia, si rivolge ai compagni, leggermente discosti in segno di rispetto, non prima di aver additato Dante: “Ehi, non vi pare che quello di dietro muove ciò che tocca? Solitamente i piedi dei dannati non fanno così”.

Siamo nel dodicesimo canto dellʼInferno. Precisamente, nel punto focale dello stesso.

Dove, Virgilio – che, mentre Chirone fa lo spiritoso, gli si è posto davanti quasi a sbarrargli la strada, nel punto esatto in cui le due nature, quella umana e quella ferina si uniscono – ribatte infuriato: “Hai ragione, è vivo, e così solo che mi occorre fargli conoscere questi luoghi bui: lo conduce qui la necessità, e non il piacere”.

E poi: “Tal si partì da cantare alleluia che mi conferì questo compito inusuale: non è un ladro, né io l’anima di un ladro. Ma in nome di quellʼaiuto divino per il quale io sto percorrendo una strada tanto impervia, dacci uno dei tuoi compagni, a cui noi possiamo stare vicino, e che ci indichi il guado del fiume, trasportando costui sulla groppa, perché non è uno spirito che voli”.

Davanti a queste parole così bene articolate, Chirone, di sicuro al colmo della meraviglia, volgendosi alla sua destra, a Nesso ordina con voce severa: “Tu, torna indietro, e accompagnali, e fai scansare chiunque sia ad intralciarvi il cammino”.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...