Tal si partì da cantare alleluia

Tal si partì da cantare alleluia

Non è tanto che abbiamo lasciato i due poeti sul pendio scosceso, che conduce alla riva di un’ampia fiumana arcuata, mentre, scendendo, Dante fa particolarmente attenzione a dove poggia i piedi.

Ora li vediamo che si avvicinano ai tre Centauri che li aspettano nel settimo cerchio dell’Inferno, il cui primo girone è proprio il fiume, con lʼatteggiamento di chi è sicuro dei propri mezzi. E Chirone, il capo dei tre, lanciando loro uno sguardo condiscendente, che fa?

Con un gesto alquanto elegante, afferra una freccia, e con la cocca spinge la barba dietro le mascelle. E quando se la toglie dalla grande bocca, si rivolge ai compagni, leggermente discosti in segno di rispetto, non senza aver prima aver additato Dante, dicendogli: “Vi siete resi conto che quello di dietro muove ciò che tocca? Così non sono soliti fare i piedi dei morti”. Siamo nel 12^ canto dellʼInferno. Precisamente, nel punto focale dello stesso.

Dove Virgilio, che intanto gli si è posto davanti quasi a sbarrargli la strada, dove l’essenza umana e l’equina si congiungono, gli risponde che è proprio vivo, e a lui tutto solo gli occorre rendere noto l’Inferno; “lo conduce qui la necessità, e non il piacere”, conclude.

Per proseguire in tal modo: “Un’anima beata che mi affidò questo compito eccezionale si allontanò dal Paradiso interrompendo il suo canto di lode a Dio: non è un ladro, né io un’anima ladra. Ma in nome di quella potenza per cui io procedo per un cammino così impervio, assegnaci uno dei tuoi, a cui noi possiamo stare vicino, e che ci indichi il punto in cui si guada il fiume, e che trasporti costui sulla schiena, perché non è uno spirito che voli”.

Allora, udendo queste parole, Chirone, di sicuro al colmo della meraviglia, rivolgendosi alla sua destra, a Nesso ordina con voce severa: “Volgiti indietro, e scortali, e fa’ scansare un’altra squadra se s’imbatte in voi”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...