Pensa, lettor, se io mi sconfortai

Pensa, lettor, se io mi sconfortai

8^ canto dell’Inferno.

Noi finalmente arrivammo nella parte interna dei profondi fossati che delimitano quella città dolorosa: le mura mi sembravano che fossero di ferro. Non senza fare prima un gran giro lungo le mura, giungemmo in un punto in cui Flegias gridò con forza: “Venite fuori di qui: è qui l’ingresso”. Io vidi sulla porta innumerevoli diavoli, che con rammarico rabbioso dicevano: “Chi è costui che ancora vivo avanza nell’Inferno?”. E il mio saggio maestro fece il gesto che voleva parlare loro in sede appartata.

Perciò frenarono in qualche modo la loro grande stizza rabbiosa e dissero: “Vieni tu da solo, e quell’altro che così temerario si è inoltrato nell’Inferno se ne vada. Torni da solo lungo il dissennato cammino: ardisca, se è idoneo; perché tu resterai qui, dal momento che gli ha mostrato guidandovelo l’Inferno”.

Pensa, lettore, quanto io mi abbattei al sentire delle parole dei diavoli, perché pensai di non ritornare più sulla Terra.

“O mia amata guida, che tante volte mi hai dato coraggio e liberato dall’arduo pericolo che mi stava contro, non mi far rimanere”, io dissi, “così distrutto; e se ci è vietato di proseguire, rifacciamo subito insieme la via percorsa”.

E quel signore che mi aveva guidato in quel luogo mi disse: “Non temere; perché nessuno ci può precludere il nostro passaggio: ci è stato concesso da Dio. Ma aspettami qui, e rafforza e nutri con una speranza sensata l’animo fiaccato, dal momento che non ti farò restare nell’Inferno”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...