Voltando pesi per forza di poppa

Voltando pesi per forza di poppa

7^ canto dellʼInferno.

“Pape Satàn, pape Satàn Aleppe!”, cominciò Pluto con la voce rauca; e Virgilio, che era in grado di comprendere tutto, disse per rincuorarmi: “Non ti ostacoli la tua paura; perché, nonostante il suo potere, non ci impedirà di discendere questo balzo”.

Poi si volse a quella faccia gonfia per l’ira, e disse: “Sta’ zitto, animale! roditi internamente con la tua rabbia. Non è senza ragione il fatto di muoversi nella profondità infernale: si è deciso in Paradiso, là dove l’arcangelo Michele punì la ribellione degli angeli contro Dio”.

Come le vele gonfiate dal vento si afflosciano volte intorno, dopo che l’albero maestro si spezza, così si afflosciò a terra la bestia feroce. Così discendemmo nel quarto cerchio, percorrendo una buona parte del pendio della cavità infernale. Ahi giustizia di Dio! quale altro luogo ammassa tante e impensabili pene e afflizioni quante ne vidi io? e perché la colpa degli uomini così ci strazia?

Come fanno le onde dello Ionio nello stretto di Messina, che si infrangono contro quelle del Tirreno, così è inevitabile che qui i dannati ballino. Qui vidi dannati più numerosi che negli altri cerchi, provenire da una direzione e dall’altra, con grida disumane, facendo rotolare massi spingendoli con il petto. Cozzavano gli uni contro gli altri sul limite divisorio tra i due emicicli del cerchio; e dopo in quel punto stesso ognuno si volgeva indietro, rivoltando i massi in senso inverso, gridando: “Perché sei parsimonioso?” e “Perché dilapidi?”.

Così giravano nel cerchio tenebroso da una parte e dall’altra fino al limite opposto, gridandosi ancora il loro ingiurioso ritornello; poi ognuno tornava indietro, quando era arrivato, dal suo semicerchio fino all’altro scontro. E io, che avevo il cuore quasi trafitto, dissi: “Maestro mio, ora chiariscimi quali dannati sono questi, e se furono tutti ecclesiastici questi tonsurati alla nostra sinistra”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...