Assai la voce lor chiaro l’abbaia

7^ canto dell’Inferno.

Terza parte.

Così si volgevano indietro per il cerchio tenebroso da una parte e dall’altra fino al limite opposto, gridandosi ancora il loro offensivo ritornello; poi ciascuno tornava indietro, quando era arrivato, dal suo emiciclo fino al primo scontro. E io, che avevo il cuore quasi trafitto, dissi: “Maestro mio, ora chiariscimi quali dannati sono questi, e se furono tutti ecclesiastici questi tonsurati alla nostra sinistra”.

Ed egli a me: “Tutti quanti ebbero la vista dell’intelletto così distorta nella vita terrena, che non fecero in terra nessuna spesa con misura. La loro voce lo grida apertamente quanto basta, ogni volta che giungono ai due capi del cerchio in cui li separa la colpa contraria. Questi, che non hanno rivestimento di capelli in testa, furono ecclesiastici, in cui non l’avidità esercita il suo eccesso”.

E io: “Maestro, io dovrei riconoscere sicuramente alcuni tra questi tali peccatori che furono macchiati da questi peccati”.

@ ASSAI LA VOCE LOR CHIARO L’ABBAIA

Un pensiero su “Assai la voce lor chiaro l’abbaia

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...