Pur a noi converrà vincer la punga

Pur a noi converrà vincer la punga

L’attenzione ritorna sui due poeti, immobili davanti alla porta di Dite, ivi giunti grazie al prezioso passaggio avuto da Flegias con la propria imbarcazione. Si trovano lì dopo che il maestro si è visto negare l’accesso in città da parte del capo dei diavoli-guardiani.

Virgilio sta fissando un punto preciso dello Stige – anche se immaginiamo il suo disagio nello scorgere qualcosa di distinto, a causa sia del buio, sia di una densa caligine, che si stende come un sudario sulla superficie delle acque melmose. Dante, invece, è bianco come un cencio lavato tante di quella volte, che a stento se ne riconosce il colore di partenza.

Perché? Beh, ha dapprima assistito alla scena in cui Virgilio si è visto chiudere la porta in faccia da quei satanassi; e sfido ciascuno di voi a trovarsi al suo posto! Ha visto poi il suo mentore tornarsene con le ciglia rase da lui, borbottando tra sé.

Tuttavia, dopo che il maestro gli ha ricordato che quella prepotenza “non è cosa nuova, perché già la mostrarono ai danni della porta esterna”, e che non trascorrerà molto tempo che farà la sua apparizione un tale essere, il quale consentirà l’entrata in città a entrambi, Dante così si consola – e conforta noi: “Quel colore pallido che la viltà rese visibile sul mio volto, vedendo Virgilio tornare indietro, in poco tempo fece sparire il colore insolito che aveva invaso il suo”.

Con questa considerazione, il poeta, mentre ci fa entrare nel sesto cerchio infernale, nonché nel nono canto dell’Inferno, sente dire a Virgilio, che continua a fissare il punto preciso della palude: “Pur a noi converrà vincer la punga, a meno che… Un’anima beata si offrì di aiutarci. Oh non vedo l’ora che qualcuno arrivi qui!”.

Al che Dante, in vena di commenti, chiosa: “Vidi talmente bene in che modo egli tentò di nascondere la frase appena pronunciata nella successiva, che questa fu di un tenore diverso; ciononostante il suo detto non m’impaurì, perché io davo forse a questo discorso incompiuto un significato peggiore di quello che Virgilio aveva intenzione di attribuirgli”.

Annunci

Un pensiero su “Pur a noi converrà vincer la punga

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...