Fama di loro il mondo esser non lassa

3o

Vestibolo dell’Inferno. Dante e Virgilio ne hanno da poco varcato la porta quando il primo – udendo echeggiare in quell’aura sanza tempo tinta un clamore formato da linguaggi oltre l’umano, modi di parlare spaventosi, parole e toni di voce intrisi di sofferenza e di rabbia, voci tonanti e affievolite, chiede al secondo: “Maestro, che cos’è quel che sento? e quali anime sono che sembrano così sopraffatte dal dolore?”. Parte iniziale del 3^ canto dell’Inferno.

E Virgilio non si fa pregare nel rispondere, dicendogli che a tenere questo sofferto contegno sono gli ignavi. Per chiosare a mo’ di epitaffio, dopo una breve dissertazione su tali personaggi: “Fama di loro il mondo esser non lassa; misericordia e giustizia li sdegna: non ragioniam di lor, ma guarda e passa”.

Dunque gli ignavi, coloro che vissero sanza infamia e sanza lodo. Una categoria talmente particolare di esseri umani, che Dante non li pone nemmeno tra i dannati veri e propri. Il poeta ci fa vedere gli ignavi nel vestibolo dell’Inferno, mentre corrono dietro a un vessillo che non si arresta mai, morsicati continuamente da mosconi e da vespe, che striano loro la faccia di sangue.

In tale rappresentazione Dante ci dà il primo esempio del “contrappasso”, cioè la norma per cui la pena è adeguata in modo proporzionale al peccato commesso. Egli, desumendola dapprima dalla cd. legge del taglione – Antico Testamento docet – poi dagli Scolastici, che tradussero un vocabolo di Aristotele, se ne serve per costruire più che una proporzione legata alla quantità, una corrispondenza qualitativa tra la colpa e la forma della pena.

Dato ancora più interessante, peraltro, è che solo una volta, in tutta la prima cantica della Commedia, ne cita espressamente il termine – con una p – , e ciò accade nel canto 28^, vv. 139-142, facendo parlare la testa recisa dal busto di Bertrans de Born, nella vita terrena tra i massimi trovatori in lingua d’oc e signore di Hautefort, posto a scontare la condanna tra i seminatori di discordie e di divisioni.

Annunci

3 pensieri su “Fama di loro il mondo esser non lassa

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...