Più lieve legno convien che ti porti

3^ canto dell’Inferno.

Quinta parte.

Ed egli a me: “Le cose ti saranno note quando ci arresteremo sulla dolente riva dell’Acheronte”.

Quindi con gli occhi volti a terra per vergogna, temendo che le mie parole gli fossero moleste, mi astenni dal parlare fino al fiume. Ed ecco venire verso di noi con una barca un vecchio, canuto per capelli e barba antichi, gridando: “Peggio per voi, anime malvagie! Non sperate più di rivolgere lo sguardo al cielo: vengo per condurvi alla seconda riva nelle tenebre eterne, tra i tormenti infernali. E tu che sei costì, anima unita al corpo, allontanati da questi che sono morti”. Ma dopo che vide che io non mi allontanavo, disse: “Attraverso un’altra strada, attraverso altri porti giungerai a riva, non qui, per varcare il mare: dovrà accadere che ti trasporti una barca più leggera”.

E la guida a lui: “Caronte, non ti stizzire: si vuole così in quel luogo in cui è possibile ciò che si vuole, e non domandare altro”.

@ PIÙ LIEVE LEGNO CONVIEN CHE TI PORTI

Un pensiero su “Più lieve legno convien che ti porti

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...