Io era tra color che sono sospesi

virgilio e beatrice blog

2^ canto dell’Inferno.

Il giorno passava, e l’aria buia liberava uomini e bestie dalle loro tribolazioni; e io da solo mi preparavo ad affrontare il travaglio così del viaggiare e così dell’angoscia, che riferirà la memoria infallibile. O Muse, o elevato talento poetico, ora soccorretemi; o memoria che conservasti ciò che io vidi, in tal si dimostrerà il tuo valore.

Io cominciai: “Poeta, guarda se la mia virtù è capace, prima che tu mi affidi  al difficile passaggio. Tu dici che Enea, ancora vivo, si recò all’Inferno, e fu con il corpo. Perciò, se Dio fu generoso con lui,  riflettendo sullo straordinario risultato che doveva generarsi da lui, e quale fosse nella sua essenza e nella sua condizione non sembra disdicevole a chi è dotato d’intelletto; poiché egli fu prescelto nell’Empireo come progenitore della nobile Roma e del suo Impero: la quale e il quale, a voler dire la verità, furono designati come sede del pontificato. A causa di questo viaggio di cui tu gli attribuisci la gloria, comprese cose che furono il motivo della sua vittoria e della dignità papale.

“Vi si recò poi san Paolo, per trarne stimolo ad accogliere e predicare la fede cristiana. Ma io, perché andarvi? o chi lo consente? Io non sono Enea, io non sono san Paolo; né io mi ritengo meritevole di ciò né altri. E perciò, se io mi lascio indurre ad acconsentire quanto al venire, temo che l’andare sia dissennato. Sei saggio; comprendi meglio di quanto non esprima”.

E com’è quegli che rifiuta l’oggetto del suo desiderio e muta proponimento a causa di riflessioni sopraggiunte, sicché si allontana totalmente dall’inizio del pensiero, così mi mutai io, perché, prevedendo e stimando gli ostacoli, annullai l’azione che era stata iniziata con tanta frettolosa iattanza.

“Se ho compreso pienamente il tuo discorso”, rispose l’ombra di quel nobile Virgilio, “la tua anima è lesa dalla pusillanimità; la quale molte volte ostacola gli uomini sicché li distoglie da qualche onorata impresa, come un’apparizione ingannevole tutte le volte che si adombra un animale. Affinché tu sia sollevato da questo timore, ti dirò perché io sono venuto e quel che io compresi nel primo momento in cui provai dolore per te. Io ero tra le anime del Limbo, e mi chiese aiuto una donna beata e bella, tale che io mi offrii spontaneamente di ubbidire.

2 pensieri su “Io era tra color che sono sospesi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...