Lasciate ogne speranza, voi ch’intrate

Inf III-1

Altro che la selva oscura, tra le cui fronde s’insinua di tanto in tanto il chiarore seppur spettrale della luna – attraversata nella notte che passai con tanta pieta – messa a confronto con quanto Dante si vede davanti agli occhi, nel momento in cui egli ha deciso finalmente, dopo non poche perplessità fugate da Virgilio, d’intraprendere il cammino alto e silvestro.

Ora lo vediamo accanto al maestro davanti a una grande porta, racchiusa in una stretta depressione di una parete rocciosa, i cui battenti appena accostati cigolano in modo alquanto sinistro. Sulla parte superiore di questa porta, un’iscrizione dal significato tremendo recita:

Per me si va ne la città dolente,

per me si va ne l’etterno dolore,

per me si va tra la perduta gente.

Giustizia mosse il mio alto fattore;

fecemi la divina podestate,

la somma sapienza e ’l primo amore.

Dinanzi a me non fuor cose create

se non etterne, e io etterno duro.

Lasciate ogne speranza, voi ch’intrate.

Io vidi scritto questo discorso minaccioso sulla parte superiore di una porta; e per questo io: “Maestro, il senso lor m’è duro”, dice Dante, pervaso dall’ansia, nella parte iniziale del 3^ canto dell’Inferno.

E il maestro, come una persona che si è accorta dello stato d’animo del suo interlocutore: “A questo punto occorre abbandonare ogni timore; in tal caso deve essere distrutta ogni codardia. Noi siamo giunti all’Inferno

Poi, con un accenno di sorriso, lo invita ad attraversare – ma rigorosamente dopo di lui – la soglia dell’Inferno, varcata la quale si staglia, davanti ai due poeti, un oscuro pianoro, non dimenticando, visto che ha intuito dal passo incerto di Dante che questi è atterrito, di prenderlo per mano con lieto volto.

O tu che leggi, hai appreso che il poeta è appena entrato nel luogo in cui conoscerà le genti dolorose c’hanno perduto il ben dell’intellettoe propriamente nel suo vestibolo.

Annunci

Un pensiero su “Lasciate ogne speranza, voi ch’intrate

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...